Servizi




servizi medici: la legislazione medico sportiva a CAGLIARI

I certificati medici sportivi possono essere così suddivisi:
1) certificato medico agonistico, regolamentato dal Decreto Ministeriale del 18 febbraio 1982;
2) certificato medico non agonistico, regolamentato dal Decreto del Ministro della Salute del 24 aprile 2013; dall'art. 42 bis del Decreto Legge 21 giugno 2013, n. 69 (convertito, con modificazioni, dalla Legge 9 agosto 2013, n. 98); dall'art. 4, comma 10 septies, del Decreto Legge 31 agosto 2013, n. 101 (convertito, con modificazioni, dalla Legge del 30 ottobre 2013, n. 125); dal Decreto del Ministro della Salute dell'8 agosto 2014 (Linee-Guida di indirizzo in materia di certificati medici per l'attività sportiva non agonistica); dalla Nota esplicativa del 17 giugno 2015; dalla Nota integrativa del 28 ottobre 2015;
3) certificato medico per l'esercizio di attività ludico motoria, regolamentato dal Decreto del Ministro della Salute del 24 aprile 2013 e dall'art. 42 bis del Decreto Legge 21 giugno 2013, n. 69(convertito in Legge 9 agosto 2013, n.
98);
4) certificato medico per l'esercizio di attività di particolare ed elevato impegno cardiovascolare
, regolamentato dal Decreto del Ministro della Salute del 24 aprile 2013;
5) certificato medico agonistico per disabili ⇒ disciplinato dal decreto del Ministro della Sanità del 4 marzo 1993.
*****
1) IL CERTIFICATO AGONISTICO
La certificazione medica per l'esercizio di attività sportiva agonistica è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 18 febbraio 1982.
Il suddetto decreto demanda alle federazioni sportive nazionali ed agli enti sportivi riconosciuti dal CONI il compito di qualificare come agonistiche le singole attività sportive. Sono obbligati a richiedere il certificato medico agonistico coloro che, in quanto tesserati alle federazioni sportive nazionali, alle discipline associate ed agli enti di promozione sportiva, praticano un’attività sportiva che i suddetti enti qualificano come agonistica. Sono inoltre obbligati a richiedere tale certificato gli studenti che partecipano alle fasi nazionali dei Giochi della Gioventù.
Il certificato medico agonistico può essere rilasciato esclusivamente dai medici specializzati in medicina dello sport.
2) IL CERTIFICATO NON AGONISTICO
La certificazione medica per la pratica dell'attività sportiva non agonistica è rivolta a:
a) gli alunni che svolgono attività fisico-sportive organizzate dagli organi scolastici nell'ambito delle attività parascolastiche;
b) coloro che svolgono attività organizzate dal CONI, da società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, che non siano considerati atleti agonisti ai sensi del decreto ministeriale 18 febbraio 1982;
c) coloro che partecipano ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale.
Inoltre occorre aggiungere che la Circolare ministeriale del 17 giugno 2015, con riferimento alla definizione di attività sportiva non agonistica di cui al precedente punto b), ha chiarito che:

I certificati per attività non agonistica, possono essere rilasciati soltanto:
• dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, relativamente ai propri assistiti;
• dal medico specialista in medicina dello sport;
• dai medici della Federazione Medico Sportiva del Comitato Olimpico Nazionale.
Tutti gli altri medici non possono rilasciare certificazione non agonistica

4) IL CERTIFICATO PER ATTIVITA' SPORTIVE DI PARTICOLARE ED ELEVATO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE
La certificazione per l’attività sportiva di particolare ed elevato impegno cardiovascolare è è rivolata ai partecipanti a manifestazioni non agonistiche o di tipo ludico-motorio, patrocinate da Federazioni sportive, Discipline Sportive Associate ed Enti di promozione Sportiva che non sono tesserati ai suddetti organismi e prendono parte a manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 Km, gran fondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe.
Share by: